Amministrazione regionale: basta prese in giro!!!

18

DSCN2352-300x224Il personale regionale, sull’erogazione del pagamento della produttività e dell’indennità di risultato per le P.O. per il 2014, si sente preso in giro!! I ritardi accumulati dall’amministrazione sono diventati insostenibili. I continui cavilli, di un sistema di valutazione farraginoso, non fanno che alimentare la sfiducia dei lavoratori.

Più volte, con senso di responsabilità, è stata data fiducia all’Amministrazione, comprendendo lo stato di difficoltà finanziario e politico-amministrativo contingente, ma, anziché  affrontare con decisione e razionalità i problemi per un rilancio dell’Ente, si è preferito rinviare ed agire in permanente stato di emergenza.

La situazione relativa al pagamento della produttività è solo la punta dell’iceberg di un rapporto che va deteriorandosi, si persevera nel non dare risposte a richieste più volte fatte in relazione ad una seria ristrutturazione degli Uffici, al nuovo bando per le PO, al ruolo unico.

Qualcosa si è inceppato se è vero, come è vero, che oltre alla non corresponsione della produttività, ad oggi non si parla ancora di fondo 2015.

Tutto, fino ad oggi, è rimasto lettera morta!!

Nutriamo perplessità sulle ripetute e, a volte, contraddittorie operazioni della Giunta Regionale che, in questi ultimi mesi, stanno agendo in modo improvvisato sulla macchina amministrava regionale.

La politica mostra un decisionismo inadeguato a risolvere le tante criticità di una fase molto delicata per la regione e per il mondo del lavoro.

Il sindacato non è un fardello inutile, ma un elemento essenziale della democrazia, e di questo la politica decisionista della regione se ne deve fare una ragione. Noi pensiamo che le scelte discusse e condivise tra amministrazione e sindacato abbiano più forza e siano meglio comprese dai lavoratori.

Il Piano Assunzioni, 2014-2016, senza il fondamentale coinvolgimento preventivo delle OO.SS. aziendali, non va in questo senso. Accanto ad elementi apprezzabili, agli sforzi per dare una risposta ai lavoratori di altri enti, vi è solo una timidissima attenzione al personale della giunta regionale. Iniziare a scorrere le graduatorie per le progressioni verticali è positivo, ma è numericamente troppo poco, occorre continuare per non disattendere gli impegni presi con i lavoratori.

Di fronte alle tante questioni, che si intrecciano con quelle di altri enti (provincia, alsia, ecc.), noi faremo di tutto per evitare ogni divisione dei lavoratori che può tornare utile solo ad una politica miope.

L’unità dei lavoratori e delle forze sindacali è fondamentale per tutelare i nostri diritti ed affermare le nostre idee.

Per questo, oltre a sollecitare con forza il pagamento della produttività 2014, chiediamo di convocare con urgenza la Delegazione Trattante, al fine di affrontare problematiche, tra cui il fondo 2015, il bando per le P.O. e la dotazione organica, su cui l’amministrazione si sta dimostrando latitante.

      I Segretari aziendali di UILFPL e CGIL

Le RSU UIL FPL e CGIL

Giorgio Rocco

Sabia Vito Leonardo

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.