Accordo Nazionale FICEI per imposta sostitutiva al 10%

257

Il 9 maggio 2013 è stato sottoscritto presso la sede FICEI l’accordo per l’applicazione dell’imposta sostitutiva del 10% alle componenti accessorie della retribuzione legata ad incrementi di produttività, redditività, efficienza organizzativa e innovazione, relativa all’anno 2013, per i dipendenti della Federazione Consorzi ed Enti di Sviluppo Industriale.

L’accordo nazionale individua le componenti accessorie della retribuzione, sulle quali poter applicare la tassazione agevolata al 10%, in base a quanto previsto dall’art. 1, comma 481 della legge 228/2012 (legge di stabilità 2013) e al tempo stesso, permettere ai lavoratori, in possesso dei requisiti reddituali richiesti dalla norma, di poter accedere al regime di detassazione sulle voci retributive erogate nell’ambito della “retribuzione di produttività”. E’ stato, inoltre, definito uno schema di accordo che potrà essere sottoscritto a livello aziendale o regionale, al fine di consentire al personale dipendente di usufruire delle agevolazioni fiscali relative agli istituti contrattuali ivi richiamati.  La circolare n. 15 del 3/4/2013 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, infatti, evidenzia che l’applicazione del regime di detassazione è subordinata all’attuazione di accordi collettivi territoriali o aziendali.

Contestualmente si è attivato il confronto per il rinnovo del CCNL 2013-2015 per i dipendenti dei Consorzi Industriali.

Nell’ambito dell’incontro le parti hanno condiviso la necessità di procedere nella direzione di:

– riaffermare il ruolo essenziale della contrattazione collettiva e delle relazioni sindacali, soprattutto alla luce dei progetti di riforma del settore che, a livello regionale, interessano varie realtà aziendali;

– rafforzare la contrattazione integrativa prevedendo risorse aggiuntive che finanzino incrementi di produttività a livello aziendale;

– rivedere il sistema di classificazione, collegandolo all’implementazione dei processi formativi ;

– prevedere aumenti economici che, tenuto conto di parametri condivisi allineati all’indice Ipca, garantiscano il potere d’acquisto delle retribuzioni attraverso un adeguato incremento dei tabellari.

Le parti si sono riconvocate per il giorno 19 giugno p.v.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.