Accordi su ammortizzatori in deroga, intervengono Cgil, Cisl e Uil

204

“La sottoscrizione avvenuta ieri dopo una lunga ma proficua riunione tra parti sociali e Regione, segna la traduzione tecnica degli impegni presi con il sindacato dopo la mobilitazione di febbraio. Mobilitazione che è continuata anche ieri con i presidi sotto la Regione ed in diversi comuni del materano”. Così dichiarano in una nota Genovesi, Falotico e Vaccaro, Segretari Generali di CGIL, CISL e UIL Basilicata. “In particolare sono state garantite proroghe e prime concessioni fino al 30 Aprile per cui invitiamo, già nei prossimi giorni, i beneficiari a fare le comunicazioni presso le strutture competenti (e per tutti, ma soprattutto per coloro a cui sono state sanate le condizioni del 2012) a rivolgersi al sindacato per l’invio delle domande all’INPS. Positivamente – continua la nota – la Regione ha accolto i punti posti dal sindacato per le realtà più delicate, come gli over 55 o gli apprendisti, anche se rimane il tema del blocco imposto dal Ministero sugli ultimi mesi del 2012 (il Ministro Fornero ha autorizzato il pagamento esclusivamente di massimo 2 mensilità a chiusura dell’anno passato). Aver comunque riconosciuto il diritto per l’intero 2012 oltre che la proroga fino ad Aprile 2013 è comunque un passo avanti, e l’impegno del Sindacato a livello locale e nazionale e’ che tutti si possano vedere interamente riconosciuti i mesi passati, oltre che garantire le risorse necessarie per giungere serenamente a dicembre 2013”. “Il tema però, non ci stancheremo mai di ripeterlo come sindacato – si legga ancora nella nota – è quello di creare reali possibilità di lavoro per le centinaia e centinaia di beneficiari di ammortizzatori sociali, utilizzando tutti gli strumenti e le risorse disponibili, anche tramite intervento diretto del pubblico. In questo momento l’emergenza si chiama lavoro ed inclusione ed in situazioni eccezionali tutti devono avere il coraggio di ricorrere anche a strumenti e soluzioni straordinarie”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.